Single a 30, 40, 50 anni: cosa cambia

Guida Guida

Essere single non vuol dire essere infelici, ma come viene vissuta questa condizione a seconda dell’età? Scopriamolo insieme.

Quando hai più di 30 anni e sei single, il mondo ti guarda come se avessi qualcosa che non va. La frase più gettonata è “Certo che se è solo a quell’età, deve essere proprio una brutta persona”. Come sempre, si giudica senza sapere, perché è più semplice e non richiede lo sforzo di provare a conoscere l’altro, il grande assente nella società di oggi.

Come viene vissuto, in realtà, l’essere single oggi, momento storico in cui il matrimonio non è più la più grande ambizione nelle vite di tante persone? Proviamo a capire cosa cambia se hai 30, 40 o 50 anni, senza volere – ovviamente – generalizzare.

Essere single a 30 anni

In genere ti ritrovi single a 30 anni per due motivi: le storie che hai avuto non sono state degne di nota e sono finite una dopo l’altra come i titoli di coda di un film, o sei appena uscito da una storia lunga, bella ma complicata, che andava avanti dai tempi del liceo o dai primi anni dell’università.

Come si sta in questa condizione in un’età piena di cambiamenti, di dubbi e di domande? Quando invecchiare fa paura e ci si sente deboli di fronte a qualsiasi cosa? Vivendo ogni giorno senza pensare troppo al domani, cercando di riprendersi dalle delusioni, prendendo il bello da quello che c’è. E soprattutto allontanando la paura (infondata) di restare single per sempre. Dicono che l’amori arrivi quando me te l’aspetti e, in fondo, ci si crede ancora.

Foto: Ivan Kruk © 123RF.com

Essere single a 40 anni

La vita, si sa, spesso non va come si voleva. Nonostante tutti i progetti e i piani, l’impegno e la fatica. Può succedere a causa di un lutto, di un matrimonio fallito o della difficoltà a legarsi in una società sempre più fluida. A 40 anni, però, in genere sai chi sei e cosa ti fa stare bene.

Sei single, è vero. Però, non senti il vuoto attorno, perché hai costruito rapporti con le persone che ti sono piaciute di più durante il percorso. Incontrare una nuova persona diventa più difficile, ma almeno sei consapevole che quando arriverà sarà un pezzo in più che ti farà stare ancora meglio. Nessuna metà della mela, nessuno senza il quale non poter essere felice. Solo qualcuno con il quale esserlo di più.

Essere single a 50 anni

Spesso capita alle persone che hanno anche dei figli di ritrovarsi in una condizione che non avevano calcolato. Ma a 50 anni si è più forti anche da single. Così, invece di abbattersi, si trova il coraggio di rialzarsi, si sente rinascere una nuova vita, ché il tempo a disposizione è poco e bisogna goderselo. Per davvero.

Forse è questo il motivo per il quale, quando a una festa ci sono delle cinquantenni single, nonostante ai nostri occhi pieni di pregiudizi possano impietosire, in realtà sono donne che vivono tutto quello a cui hanno rinunciato per un motivo o per un altro, pensando per una volta nella vita soltanto a sé stesse. Perché questo giorno non sarà l’ultimo, ma che male c’è a viverlo come se lo fosse?

Foto apertura: Antonio Guillem © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Amore e coppia
SEGUICI