Come realizzare il sapone fatto in casa

Guida Guida

Un'idea originale per personalizzare il proprio bagno e anche per fare un gradito regalo: ecco come realizzare il sapone fatto in casa a freddo.

Naturale, profumato ed ecofriendly: niente di meglio del sapone fatto in casa per dare un tocco super personale al bagno e prendersi cura di sé risparmiando anche sul budget.

Realizzare il sapone con ingredienti pescati direttamente dalla dispensa è un hobby che diverte, rilassa e può anche trasformarsi in un business in cui sfogare tutta la propria creatività, per non parlare dei benefici sulla pelle, trattata esclusivamente con prodotti naturali.

Spulciando in rete è possibile trovare molte ricette e tutorial per fare il sapone in casa basandosi su diversi procedimenti: ecco il procedimento per realizzare sapone fatto in casa a freddo, che può essere utilizzato da chi vuole mettersi alla prova, magari perché già sta pensando a un regalo di Natale originale.

Realizzare il sapone fatto in casa a freddo

È uno dei metodi più semplici per fare il sapone in casa, a patto di fare molta attenzione con uno degli ingredienti principali, e cioè la soda caustica, da maneggiare esclusivamente con guanti di gomma, occhialini protettivi e mascherina.

Ingredienti

  • 1 kg di olio (se si usa quello d’oliva)
  • 128 gr di soda caustica
  • 300 gr di acqua distillata
  • essenze liquide, fiori ed erbe a piacere


Preparazione

  1. Dopo avere pesato l’olio (che può essere anche di cocco, di mandorle o di altra qualità) versarlo in una pentola di metallo e riscaldarlo a fuoco lento sino al raggiungimento dei 60 gradi.
  2. Indossare mascherina, guanti e occhialini, pesare la soda caustica e versarla a filo nell’acqua distillata (attenzione: mai fare il contrario, e cioè versare l’acqua sulla soda). Mescolare bene controllando attentamente la temperatura raggiunta dall’acqua, scaldata dalla soda caustica
  3. Quando la temperatura raggiunge i 45-50 gradi, versare la miscela di acqua e soda nella pentola che contiene l’olio continuando a mescolare sino a ottenere un composto omogeneo. Va ribadita la necessità di maneggiare con estrema cura la soda caustica, che è una sostanza corrosiva che non deve nella maniera più assoluta entrare in contatto con la pelle e le mucose e i cui fumi non devono essere respirati
  4. Versare il composto nel bicchiere di un frullatore a immersione e iniziare a mescolare: la saponificazione dovrebbe avvenire entro 5 minuti.
  5. Quando il composto ha cambiato colore e consistenza, solidificandosi nel cosiddetto “nastro”, aggiungere le essenze, i petali o le foglie scelte e amalgamarle con un mestolo di legno
  6. Versare la miscela in uno stampo di silicone, cartone rivestito di carta da forno o legno, coprire con materiale termo-isolante (la soda continua a reagire con l’olio per diverse ore) e attendere 24 ore. Una volta trascorso il lasso di tempo necessario, indossare i guanti ed estrarre il sapone dagli stampi. A quel punto è possibile tagliarlo.
  7. È importante ricordare che la soda caustica termina i suoi effetti dopo 4-5 settimane, per utilizzare il sapone in sicurezza è dunque necessario attendere questo periodo.
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI