Diarrea del cane: come gestire l’alimentazione

Guida Guida

Se il tuo cane manifesta episodi di diarrea, rivolgiti a un veterinario e inizia a gestire l’alimentazione in maniera più corretta.  

La diarrea del cane è un meccanismo naturale che l’organismo mette in atto per espellere sostanze tossiche o infettive.

Questo disturbo gastrointestinale consiste nell’emissione frequente di feci più o meno liquide, accompagnate da flatulenza e rumori intestinali.

Diarrea cane: sintomi

Oltre all’emissione di feci, altri sintomi possono manifestarsi nel cane affetto da diarrea sono febbre, apatia, dolore, vomito, sangue nelle feci, gengive pallide, scarso appetito, disidratazione e una generale condizione di malessere.

Un cane che presenta questi uno di questi sintomi deve essere portato dal veterinario per effettuare accertamenti.

Diarrea cane: acuta o cronica

La diarrea del cane può essere acuta e cronica. La prima, specie se non accompagnata da febbre e da abbattimento, è fondamentalmente innocua: una volta espulse le sostanze indesiderate, il cane riprende a star meglio.

In caso di diarrea cronica è necessario seguire opportuna terapia e individuare la causa scatenante tramite visita veterinaria.

Predisposti a diarrea sono i cuccioli e i cani anziani: si tratta di soggetti più deboli e il minimo cambio di dieta o di temperatura determina uno squilibrio della flora intestinale.

Diarrea cane: cause

Cambio di cibo o dieta, allergie ad alcuni alimenti, infezioni batteriche, presenza di parassiti, disturbi al rene o al fegato, problemi alla tiroide e avvelenamento sono le cause principali che determinano un processo infiammatorio dell’intestino con conseguente diarrea.

Per prevenire l’avvelenamento a seguito di ingestione di alimenti particolari, è importante controllare sempre cosa il cane mangia: cioccolato, dolci, cipolle e aglio, uva e uvetta, noci e semi, patate, pomodori, melanzane molti altri cibi vanno assolutamente evitati. 

Diarrea cane: alimentazione giusta

Nei casi di diarrea acuta, il rimedio principale è non dare al cane da mangiare per le prime 24 ore ma continuare a idratarlo lasciandogli a disposizione acqua pulita.

Quando la diarrea inizia a calare si può iniziare a somministrare gradualmente le crocchette che il cane è solito mangiare oppure una dieta casalinga molto leggera a base di pollo o tacchino cotto e patate bollite.

Molte persone tendono a dare del riso bollito al cane con problemi intestinali, ma nella maggior parte dei casi il riso non fa altro che aumentare l’infiammazione intestinale per cui è meglio evitarlo.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI