Ricordi e altre conserve: 5 ricette memorabili

Guida Guida

Cibo come ricordo, 5 ricette tratte dal libro di Marta Bruno "Ricordi e altre conserve",  per un viaggio nel tempo il cui unico comune denominatore è il rito del mangiare.

Cibo come ricordo, 5 ricette tratte dal libro di Marta Bruno "Ricordi e altre conserve",  per un viaggio nel tempo il cui unico comune denominatore è il rito del mangiare.

"Ricordi e altre conserve". Non poteva avere titolo più azzeccato il titolo del libro – in uscita in questi giorni – di Marta Bruno. Alzi la mano chi non abbia in casa un vecchio quaderno sgualcito – magari anche macchiato qua e là di olio o passata di pomodoro - contenente le ricette di casa.

Avete presente quelle della nonna che sono poi diventate della mamma, o quelle “estorte” all’amica o al parente di turno? Quelle trascritte con cura maniacale con tanto di annotazioni laterali delle preziose indicazioni dell’autore?

Molto più che un semplice ricettario, “Ricordi e altre conserve” (Villaggio Maori Editore) è un viaggio ideale - costellato di confronti ed esperienze, odori e sapori – tra varie fasi della vita dell’autrice, la quale ci offre il privilegio di farci partecipi di momenti indissolubilmente impressi nella sua memoria, tutti in qualche modo legati al cibo.

Definirlo un libro di ricette non sarebbe corretto: il cibo è “solo” il punto di partenza di questo volume. Ecco 5 ricette memorabili che ne fanno parte.

5. Torta di mele



Foto: annata789-123rf.com

Il dolce dell'infanzia per eccellenza. Se ogni famiglia vanta una propria ricetta, la torta di mele descritta nel libro ha alla base un suo trucchetto, e non c’è preparato industriale già pronto che tenga. Prendetevi tutto il tempo necessario ad iniziare dal taglio delle mele, che è spesso ed ingiustamente sottovalutato.


4. Patate fritte

Foto: annata789-123rf.com

Di fronte alle patate fritte resistere è praticamente impossibile. Fidate compagne dei pomeriggi passati in casa a guardare il film del momento, sono descritte come “presenze obbligate e ricorrenti dei miei attacchi di fame viziosa” durante l'adolescenza. Procuratevi delle patate provenienti da agricoltura biologica (in modo da non dover rinunciare alla loro buccia) ed una mandolina, quindi seguite i consigli dell’autrice.

3. Pollo alle mandorle

Foto: 민형 박-123rf.com

Per molti di noi il primo locale etnico è stato il ristorante cinese, ed il primo piatto - neanche a dirlo - il pollo alle mandorle. Tra i cavalli di battaglia dell’autrice, anche questo è legato a ricordi familiari. Il suo è appiccicoso, “perché l’appiccico è peccaminoso, godurioso, molto di più di una qualsiasi cremina aggiunta".  

2. Tiramisù di frutta

                               

Foto:  Victoria Shibut-123rf.com

Accade spesso che una ricetta sia legata ad un particolare ricordo. Solitamente perché la si è preparata con un familiare caro, o perché la si è assaggiata in viaggio. E’ improbabile, però, che le origini di un tiramisù di frutta siano strettamente collegate a… un compito di semiotica! Non anticipandovi nulla ed augurandovi di trovare carambola e chichingeri (entrambi ingredienti della ricetta), il consiglio spassionato è quello di provarlo: il dessert promette di essere fresco e delizioso!

1. Panino del muratore

Foto:  Daniel Vincek-123rf.com

Il nome non deve trarci in inganno: si tratta di tutto fuorché di un triste ed asciutto panino. Quello dell’autrice si potrebbe osare definirlo quasi gourmet. Anche di questo sfizio la ricetta è dettagliatamente descritta dentro “Ricordi ed altre conserve”. Unica raccomandazione? Preparatelo con ingredienti di qualità.

Cucina e ricette
SEGUICI