Come utilizzare anice e anice stellato

Guida Guida

Anice e anice stellato sono due spezie con il nome in comune ma molto diverse. Scopri tutte le differenze!

Anice e anice stellato sono due spezie con il nome in comune ma molto diverse. Scopri tutte le differenze!

L'anice e l'anice stellato sono due spezie che in comune hanno il nome: derivano, infatti, da due piante molto diverse tra loro.

Che cos'è l'anice?

L'anice, chiamata anice verde o pimpella, fa parte della famiglia delle Appiacee. E' una piccola pianta che, nella forma, somiglia molto sia a quella del finocchio, sia a quella del cumino, con il quale quale qualche volte può essere confusa.

L'anice produce anche piccoli semi, racchiusi all'interno dei fiori, che vengono raccolti e consumati normalmente interi, una volta essiccati.

Usi dell'anice

I semi di anice sono molto aromatici e dal sapore dolciastro, leggermente mentolato. Per questo motivo vengono utilizzati per aromatizzare liquori, dolci e dolciumi, pane, piatti di carne, verdure e minestre.

L'anice verde si può utilizzare praticamente in qualsiasi piatto, sia salato che dolce. E' ottima nel pane, nei biscotti, nei dolci secchi e lievitati in genere, negli arrosti, nei formaggi morbidi, con le verdure, le minestre, nei liquori e nei dolciumi.

Nella preparazione di pane e dolci lievitati è bene aggiungere l' anice alla fine della lievitazione per evitare che i semi spezzino il glutine

Gli esempi più diffusi e famosi dell'utilizzo dell'anice sono i liquori di Anisetta francese, il Mistrà nazionale, l'Ouzo greco o un più semplice liquore all'anice. E' altresì molto usato anche per aromatizzare pani e dolci tipici regionali del nostro Paese.


Composizione dell'anice

L'anice , anche se può sembrare incredibile, contiene una grande percentuale di carboidrati, proteine e anche un'alta quantità di grassi, che sono dovuti alla presenza di olio essenziale di Anetolo.

Interessante inoltre la quantità di sali minerali, tra cui potassio, rame, magnesio e manganese, vitamina A, B, C e in misura minore le D, F ed E.


Proprietà dell'anice

Tra le principali qualità dell'anice troviamo le ottime proprietà benefiche per l'apparato digestivo, in particolare per combattere meteorismo e problemi gastrici. Grazie all'Anetolo, inoltre, l'anice ha grande qualità aromatica e balsamica, perfetta per rinfrescare l'alito.

L'anice spesso viene utilizzata per preparare tisane contro il mal di stomaco o il mal di testa, anche in associazione con il finocchio. Secondo alcuni sarebbe in grado di favorire la discesa del latte nelle gestanti, ma è sempre bene consultare il proprio medico prima di assumerla durante la gravidanza e l'allattamento perché puà essere tossica

anice stellato

Foto Svetlana Kurochkina © 123RF.com

Anice stellato: cos'è?

Anice e anice stellato hanno in comune solo il nome essendo due piante diverse per forma, utilizzo e anche provenienza. Piccola e verde la prima, grande, marrone e molto decorativa la seconda.

L'anice stellato fa parte della famiglia delle Illiacee ed è arrivata fino a noi, dall'Oriente, in epoca relativamente recente, ovvero nel XVII secolo.

Con la sua tipica forma a stella, da cui prende anche il nome, l'anice stellato è il fiore della pianta e racchiude in ogni petalo un seme. Al momento della fioritura i fiori sono di colore bianco per poi maturare e trasformarsi in una consistenza legnosa. A differenza dell'anice verde, l'anice stellato viene utilizzato sia per i semi che per il fiore.


Composizione dell'anice stellato

Simile all'anice verde, contiene una grande quantità di Anetolo, proteine, sali minerali e alcune vitamine.


Proprietà dell'anice stellato

Oltre alla più evidente delle proprietà, cioè quella aromatica, l'anice stellato viene utilizzato anche per le sue proprietà benefiche sulla digestione, l'apparato gastrico e intestinale, il fegato e l'apparato respiratorio. Ha proprietà diuretiche, espettoranti, antisettiche, depurative e antibatteriche, che lo consigliano anche per i sintomi del raffreddore e mal di gola.

Spesso in associazione con altre erbe o spezie, viene assunto in tisana contro mal di stomaco e mal di testa
Secondo alcuni l'olio essenziale di anice stellato (ma anche di anice verde) sarebbe un efficace alleato contro i pidocchi, la caduta dei capelli e infine per tenere efficacemente lontane le tarme dagli armadi.


Usi dell'anice stellato

L'anice stellato può essere utilizzato allo stesso modo dell'anice verde, ma viene utilizzato soprattutto come elemento decorativo per moltissime ricette sia dolci che salate e anche per creare piacevoli decorazioni in casa e sulla tavola. In cucina si può utilizzare sia intero che macinato ma in piccole quantità perchè l'aroma è molto intenso.

Per aromatizzare piatti di carni, minestre o arrosti si può aggiungere a fine cottura. L'anice stellato è utilizzato di preferenza per la preparazione della sambuca nazionale.

Come spezia aromatica viene aggiunto spesso a pot-pourri e profumi per la casa o per la cura degli animali. Guarda ad esempio come fare un gioco all'anice per il tuo cane


Come conservare anice e anice stellato

Come tutte le spezie, per mantenere al meglio l'aroma e le proprietà, dell'anice e dell'anice stellato è meglio conservarle in un barattolino di vetro ben chiuso, in un luogo fresco e asciutto, lontano dalla luce del sole. Acquistatene piccole quantità per volta.

Curiosità:

Sapete perchè quando mescolate l'acqua al mistrà questo si colora di bianco? Perchè l'olio essenziale di Anitolo è solubile solo nell'alcool e le molecole d'acqua lo scindono dall'alcool.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI