Weekend di primavera a Tivoli: tra ville, terme, giardini e scorci da sogno

Notizia Notizia

Le terme, i giardini, le ville, gli hotel e le dimore storiche: weekend all'aria aperta nell'incantevole cittadina di Tivoli, a pochi km da Roma.

Silenzio. Bellezza. Lentezza. Il 2019 è l’anno dello Slow Turism, delle passeggiate a passo lento. L’anno dei vicoletti laterali in cui infilarsi bighellonando su e giù per borghi antichi godendosi ogni istante, senza fretta. E senza nessuna paura di perdersi. Perché, alla fine ogni tanto, perdersi fa bene.

Sono tanti i luoghi italiani visitabili per vivere il paese in modalità slow. Angoli di paradiso nascosti all’occhio dei più, luoghi sconosciuti o dimenticati non accorsati dal turismo di massa.

Uno di questi è l’incantevole cittadina di Tivoli.

Il Grand Tour di Tivoli

Meta prediletta nel corso dei secoli di poeti, pittori e ricchi aristocratici che la raggiungevano come tappa del Grand Tour, Tivoli è un’oasi di verde sita a poca distanza da Roma. L'antico borgo della cittadina conserva ancora molte tracce d'epoca medioevale e del suo glorioso passato romano.

Il Grand Tour di Tivoli è un affascinante viaggio tra archeologia, storia, luoghi di culto e paesaggi naturalistici: dalle colline che la circondano fino ad arrivare al parco di Villa Gregoriana, uno dei luoghi naturali più suggestivi e affascinanti del centro Italia.

Villa Gregoriana

Un folto bosco di alberi giganteschi, vestigia di costruzioni antiche di epoca romana, dirupi, rocce scoscese, sentieri, grotte naturali e verdi radure illuminate dal sole, fino ad arrivare alla superba cascata che si riversa con fragore sotto i due templi dell’Acropoli da un’altezza di 120 metri. Tutto questo (e molto altro) è Villa Gregoriana.

Foto Francesco Franciosi_2013_(C) FAI - Fondo Ambiente Italiano

Una volta giunti in questo luogo meraviglioso potrete camminare lungo un itinerario che si snoda per 5 km di sentieri e tanti reperti di epoca romana. Un'esperienza da provare almeno una volta nella vita.

Villa D’Este

Con il suo maestoso giardino traboccante di ninfei, fontane, giochi d’acqua, zampilli di ogni genere e musiche idrauliche, Villa D’Este è stata inserita a buon diritto nella lista UNESCO del patrimonio mondiale. La Villa, fatta erigere nel 1850 dal Cardinale Ippolito D’Este, è in grado di trasportare il visitatore in un bellissimo viaggio indietro nel tempo.

Dove alloggiare

Tra le (non molte) strutture alberghiere che sorgono in questa zona vi segnaliamo il Green Park Madama, un ex convento trasformato in un hotel immerso nel silenzio e nella natura.

La struttura è completamente circondata dal verde: 8 ettari di parco privato nel quale rilassarsi e fare lunghe (e lente) passeggiate.



Le verdure di stagione e gli alberi da frutto già coltivati dalle monache benedettine che hanno abitato per anni il convento completano perfettamente questo panorama d’altri tempi.

Le Terme

E per rilassarsi dopo una lunga passeggiata non c'è niente di meglio che immergersi nelle acque delle piscine della Spa & Wellness dell'albergo: 500mq di Spa dedicata al benessere in uno spazio moderno dotato di tutti i comfort, disponibile 7 giorni su 7 ed aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19/30 e venerdì fino alle 23.

Foto di apertura: Ettore Cavalli - MAP, 2014 -® FAI - Fondo Ambiente Italiano

Hobby e tempo libero
SEGUICI