«Stiamo bene insieme, ma non mi fido di lui»

Giulia vive da quasi un anno una relazione stabile, felice e tranquilla. L'unico problema è che lei ha iniziato a non fidarsi più, anche se alla base non c'è una reale motivazione.

Cara Maya,
non so se quello che sto per scriverti è una condizione che vivono in molti o una difficoltà che sto sperimentando solo io. Per questo mi serve un parere.

Sto con un ragazzo molto intelligente e affettuoso da quasi un anno ormai. Non abbiamo avuto grandi litigi in questo periodo e per la maggior parte del tempo siamo stati bene. Qual è il problema allora? Che mi sono resa conto di non fidarmi di lui.

Non so bene quale sia stato l’episodio scatenante, ma a un certo punto ho iniziato a farmi un sacco di paranoie tutte le volte che non sapevo dove fosse e con chi.

Non è normale, vero?

Giulia
 

Cara Giulia,

ho smesso di chiedermi cosa è normale e cosa no da un bel po’ di tempo. Se ci pensi è un concetto così relativo che probabilmente la cosa più anormale è proprio porsi domande in merito.

Ma andiamo al dunque: tutto quello che proviamo o sentiamo sulla nostra pelle, ogni pensiero che ci viene a fare compagnia in testa – e nella maggior parte dei casi non aveva proprio ricevuto l’invito – è una conseguenza, più o meno diretta, delle nostre esperienze.

Sei stata ferita in passato? Qualcuno ha tradito in qualche modo la tua fiducia? Un’amica, una sorella, una persona cara alla quale tenevi particolarmente?

Ti faccio queste domande per invitarti a riflettere su tutti gli scenari possibili. Se non riesci a ricondurre una causa a un suo atteggiamento, magari è qualcosa che si trova dentro di te, nella tua testa. Un trauma che si fa vivo dopo tempo, con il suo solito atteggiamento scortese. L’ospite non gradito che però ci ritroviamo a dover trattare con riverenza. Sono sicura che la la conosci già. Devi solo farla uscire allo scoperto. Suona banale e scontato, ma spesso è proprio nella banalità che si perde la bussola la maggior parte delle volte.

Sappiamo tutti che la fiducia, in una relazione, corrisponde un po’ alle fondamenta di una casa. Quindi è davvero importante che, prima di continuare a costruire, la base sia solida. Altrimenti al primo terremoto crollerà tutto in pochi istanti.

Quindi aggiungo un consiglio che fa sempre bene: parla con lui di quello che senti. Non c’è niente di meglio che rendersi conto di aver costruito castelli di carta fatti di insicurezza, mentre lui ci stava aspettando per realizzare una fortezza sicura per entrambi.

Ti abbraccio forte,
Maya
 

Hai una domanda per Maya? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Foto: ilijaa  - 123.RF

Maya risponde...

SEGUICI